Società Italiana Nutrizione Artificiale e metabolismo segreteria@sinpe.org

Pathway

Carissimi,

nell'augurarvi buon anno 2022, vi inoltro l'invito a partecipare a questo webinar sulla cura globale della Paralisi Cerebrale Infantile (intesa come neurodisabilità) durante il quale si presenteranno le linee guida che abbiamo elaborato come documento intersocietario.

Le Care Pathways sono linee guida prodotte dalle Società Scientifiche o da Enti Governativi finalizzate all’implementazione nell’ambito delle attività cliniche di buone prassi diagnostico-terapeutiche. Questi documenti spesso fanno parte di Linee Guida più generali o traggono origine da una ricerca sistematica della migliore letteratura disponibile su un determinato argomento (Linee Guida o Revisioni Sistematiche di buona qualità) con l’obiettivo concreto sia di implementare le conoscenze e la formazione dei professionisti coinvolti,  sia di promuovere  l’utilizzo delle raccomandazioni in esse contenute  nell’ambito delle attività professionali per migliorarle.

Questo percorso è stato avviato circa 3 anni fa dalle Società Scientifiche SIMFER-SINPIA  quando nel 2018 dovevano essere aggiornate le Linee Guida intersocietarie sulla Paralisi Cerebrale Infantile “Raccomandazioni per la riabilitazione dei bambini affetti da Paralisi cerebrale infantile“ e si è poi progressivamente esteso ad altre Società Scientifiche (SIRN, AIFI-GIS Pediatrico, SITOP, AITNE, ANUPI-TNPEE, SIL,SIFEL,GISD,SINPE,SIP) ricercando il più ampio coinvolgimento multidisciplinare dei professionisti e delle associazioni delle famiglie.

Il panel multidisciplinare per la stesura delle Care pathways ha selezionato 5 principali argomenti ritenuti prioritari per il trattamento della PCI  condividendone la metodologia per la stesura:

il Trattamento Intensivo Precoce, il Trattamento Neuromotorio, la Prevenzione delle deformità e il ruolo del postural management, la Disoralità e i disturbi della nutrizione (disfagia, scialorrea, alvo neurogeno), la Comunicazione aumentativa alternativa e relativi ausili.

Nella giornata del 17 gennaio 2022 verranno presentate e discusse tra i professionisti coinvolti le proposte di raccomandazioni elaborate dai 5 sottogruppi con l’obiettivo di condividerle e pianificare l’iter successivo.

L’incontro si svolgerà in presenza (60 posti) a Bologna nei pressi dell’Ospedale Maggiore, presso la SALA CESARI - PALAZZINA AVIS.

E’ prevista anche la modalità Webinar sincrona. Per iscriversi al Webinair  il percorso  per arrivare, attraverso il portale IRCCS,  alla pagina  di presentazione dell'iniziativa, al programma e all'iscrizione  è il seguente :

www.isnb.it --> EVENTI --> 17 gennaio cliccare su Presentazione Care Pathways e compilare il form per l'iscrizione

La chiusura delle iscrizioni, avverrà  venerdi 14/1/22  alle ore 13:00 .

 Agli iscritti verrà successivamente inviato il link per partecipare al webinar.

 

Scarica il programma

172710851 ece64c2e ae2d 4979 906a 79ca87ae2018

 

 

Una corretta assunzione di nutrienti migliora il decorso della malattia. L’allarme dell’iniziativa europea “Optimal nutritional care for all”

 

LA METÀ dei pazienti oncologici soffre di una qualche forma di malnutrizione. E quasi il 20% muore “di fame” prima ancora che per la malattia. Una terapia innovativa sarebbe quindi, prima di tutto, una buona nutrizione, capace di migliorare prognosi, qualità della vita e prevenire la ricomparsa della malattia. Questa nuova, eppure all’apparenza banale, frontiera del benessere dei pazienti oncologici è stata la centro del primo Policy seminar organizzato nell’ambito della campagna europea “Optimal nutritional care for all” (Onca) promossa da European nutrition for health alliance ed European society for clinical nutrition and metabolism, che vede uniti 19 Paesi europei. L’evento si è da poco concluso a Genova, all’interno del Congresso nazionale di Sinpe (Società italiana nutrizione artificiale e metabolismo). “E’ necessario sensibilizzare di più la politica su questo tema, in modo da abbattere le barriere che impediscono ai pazienti l’accesso a cure nutrizionali di buona qualità – spiega Antonella Lezo, dirigente medico presso la Città della salute e della Scienza di Torino e coordinatrice del team Onca Italia – numerosi studi dimostrano come il paziente oncologico riporti un evidente beneficio nel migliorare il suo stato nutrizionale, ma questo non può essere un processo spontaneo o gestito a livello artigianale: è necessaria una presa in carico immediata da parte di un dietista e dietologo”.

Le tante cause della malnutrizione

Durante i cicli di chemioterapia, infatti, spesso i pazienti hanno poco appetito, nausea, alterazione dei gusti: questo contribuisce a diminuire il tono muscolare e a renderli più fragili. “La malnutrizione è una condizione medica legata allo sbilanciamento tra apporti e bisogni: nel caso del paziente oncologico è dovuta a tante cause, effetti delle terapie – sottolinea Lezo – ma perdere massa magra comporta la perdita di funzioni e un peggioramento nella capacità di affrontare la patologia al meglio. Noi diciamo sempre che qualunque oncologo non rinuncerebbe mai a una terapia che aggiunga qualche giorno alla vita del paziente, e tutti gli studi dimostrano che nutrirli bene aggiunge vita”. A seconda dei casi, dunque, è possibile integrare la nutrizione del malato con alimenti a fini medici speciali, che possono essere somministrati per bocca, o attraverso sondini e flebo.

Nutrizione come terapia di supporto

“Con i pazienti oncologici bisogna agire su due aspetti fondamentali, in contemporanea – sottolinea Alessandro Laviano, professore associato di Medicina interna presso il Dipartimento di medicina traslazionale e di precisione all’Università Sapienza di Roma – uno di questi è la terapia che agisce direttamente sulle cellule neoplastiche, attraverso la chirurgia, la chemioterapia o la radioterapia. Ma, parallelamente, è necessaria una terapia di supporto, che serve ad aumentare la resistenza del malato: ovvero una buona nutrizione, sostegno psicologico, socio-economico, controllo del dolore. Il problema è che, fino ad oggi, c’è stata poca attenzione a questi ultimi aspetti”. La sfida è quella di cambiare approccio, puntando – anche – sul valore della nutrizione.

Obesità e malnutrizione

Ma perché oggi c’è così poca attenzione alla nutrizione? “In generale, i pazienti oncologici sono spesso obesi o comunque sovrappeso – spiega Laviano – dunque, la prima percezione è che non esista un paziente oncologico malnutrito. Ma non è così: in realtà c’è un sovvertimento della composizione corporea: poca massa muscolare rispetto a quella adiposa. E questo determina un peggioramento degli esiti delle cure”. La buona notizia è che la malnutrizione – una vera e propria comorbidità – si può correggere, intervenendo precocemente. Con un notevole risparmio, inoltre, per il sistema sanitario. “Uno studio svizzero - conclude Laviano - dimostra come assicurando 10-15 grammi di proteine al giorno si riscontri un effetto positivo su qualità di vita e mortalità. Un gap colmabile con un intervento dal costo di appena 5 o 6 euro al giorno”.

 

Pubblicato su Repubblica, Oncoline Il canale di Oncologia il 30 novembre 2021

FADOI Congresso Nazionale 2021 Quadrato 300x300

Carissimi soci,

nell’ottica di una sempre maggior collaborazione con altre Società Scientifiche, si segnala la partecipazione di SINPE al prossimo Congresso Nazionale FADOI (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti), che si terrà a Firenze dal 2 al 4 ottobre 2021.

All’interno della sessione congiunta FADOI-SINPE, verranno presentati i dati provenienti dalla  recente Survey sulla Nutrizione Clinica in Medicina Interna ed affrontate tematiche inerenti l’implementazione del supporto nutrizionale nel paziente ospedalizzato in area medica ed i relativi benefici clinici ed economici.

Riteniamo che iniziative di questo genere, proiettate verso una visione condivisa della Nutrizione Clinica, siano strategiche per migliorare appropriatezza e costo-efficacia della Terapia Nutrizionale.  

Il Presidente

e il Consiglio Direttivo

Programma XXVI Congresso FADOI

policy seminar

 

Carissimi, 

vi informiamo che si terrà il prossimo 27 novembre a Genova, nella prestigiosa sede dell’Acquario di Genova, il primo Policy Seminar italiano nell’ambito della campagna europea Optimal Nutritional Care for All (ONCA) promossa da European Nutrition for Health Alliance ed European Society of Parenteral and Enteral Nutrition che vede uniti 19 paesi europei.
 
Obiettivi della Campagna ONCA sono la promozione dello screening per il rischio di malnutrizione/denutrizione correlata a malattie e l’implementazione delle cure nutrizionali in Europa.
 
Il Policy seminar costituisce un importante momento di incontro, che si svolgerà all’interno del Congresso Nazionale di SINPE-Società Italiana Nutrizione artificiale e metabolismo, con l’intento di individuare le azioni volte a migliorare e garantire l’accesso alle cure nutrizionali a tutti i pazienti dall’inizio del percorso terapeutico nel nostro Paese. “La condivisione e l’implementazione delle buone pratiche in ambito nutrizionale - dice la Dott.ssa Antonella Lezo, coordinatrice del team ONCA Italia - devono essere un obiettivo da garantire a tutti i cittadini, specialmente a quelli più fragili”.
 
Il seminario italiano fa seguito a quello europeo tenutosi lo scorso settembre, durante il congresso ESPEN – Società Europea di Nutrizione Clinica e Metabolismo, organizzato insieme a ONCA e Medical Nutrition Industry (MNI).
Il team italiano ONCA (composto da 9 società scientifiche, associazioni di pazienti e industria di nutrizione medica, insieme a rappresentanti della politica) lancerà le azioni congiunte da compiere nel prossimo futuro per rendere operativo il modello completo di cura del cancro promosso da ONCA in tutta Europa.
 
La partecipazione in presenza all’evento sarà riservata agli iscritti del congresso nazionale SINPE. Per chi fosse interessato ad assistere al Policy Seminar, sarà possibile seguire i lavori online gratuitamente, grazie alla diretta streaming trasmessa sul sito www.policyseminar-onca.it.

E' possibile consultare il programma dell'evento su www.policyseminar-onca.it/programma.html

 

Chirurgia2 e1529422887153

Carissimi,

 
desideriamo informarVi che è disponibile sul sito SINPE la versione in italiano della Linea Guida Pratica ESPEN-SINPE “La Nutrizione Clinica in Chirurgia” curata dalla nostra Società e approvata dall’ ESPEN Guideline Office.
 
Come sempre auspichiamo che questo strumento Vi possa essere d’aiuto nella pratica clinica quotidiana. 
 
Un cordiale saluto e un augurio di buon lavoro
 
Il Presidente e il Consiglio Direttivo